INPS: INDENNITA’ DISOCCUPAZIONE UNA TANTUM CO.CO.PRO 2014

19-03-2014 da Manuela Torricelli

Importanti novità per i lavoratori Co.Co.Pro (Collaboratori Coordinati e continuativi a Progetto), che vogliono richiedere il contributo una tantum di disoccupazione.

Prosegue anche nel 2014 la possibilità di richiedere la disoccupazione per i Collaboratori Coordinati e Continuativi.
L’INPS, con il messaggio n. 2999 del 3 Marzo 2014, ha stabilito le modalità con cui tale indennità verrà regolamentata per l’anno 2014 rivalutando il requisito reddituale del limite secondo il quale l’indennità spetta.

Requisiti generali
Il requisito fondamentale è il periodo di disoccupazione ininterrotto di almeno due mesi che va attestato mediante autocertificazione.
Gli altri requisiti previsti per poter usufruire dell’indennità per i lavoratori a progetto sono:

  • mono-committenza, con riferimento all’ultimo rapporto di lavoro
  • reddito lordo complessivo non superiore 20.220 euro nell’anno precedente quello della richiesta
  • accredito contributivo di almeno una mensilità nell’anno di riferimento e di almeno tre mensilità nell’anno precedente

Termini e modalità di presentazione della domanda
La domanda  del contributo di disoccupazione una tantum deve essere presentata entro 30 giorni dal verificarsi dei requisiti suddetti, utilizzando la nuova versione del Modello Co.Co.Pro. 2014 (Cod. SR 140), disponibile sul sito INPS alla sezione “Moduli”.
Il termine di scadenza della domanda all’Inps per il contributo di disoccupazione una tantum per i Co.Co.Pro  è entro il 31 dicembre 2014.

Leggi gli approfondimenti sulla news di Informagiovanionline.it

Corsi e tirocini in Cina con CRCC Asia

07-03-2014 da Alessandro Mazzoli

CRCC Asia, azienda pluripremiata e rinomata per i suoi programmi internazionali innovativi, che educano giovani studenti e laureati di tutto il mondo al mercato cinese. Con 400 aziende partner a Pechino, Shanghai e Sanya in numerosi settori, CRCC Asia dà la possibilità ai propri tirocinanti di progredire nel loro sviluppo personale e professionale in un dinamico ambiente internazionale, entrando in contatto con la realtà culturale cinese e confrontandosi con le loro controparti locali. A partire dalla sua fondazione nel 2006, ha creato una rete di 9 uffici in 4 continenti e il suo Alumni network è costituito da oltre 5000 giovani professionisti provenienti da più di 100 paesi diversi.

L’azienda offre Stage, Corsi di lingua e Corsi intensivi di Economia e Finanza per connettere l’Occidente alla Cina. Studenti e laureati hanno così l’opportunità di avviare un proprio percorso personale, grazie a un’esperienza internazionale a Pechino, Shanghai, Sanya o Shenzhen, centri dell’economia mondiale.

Fra i settori in cui è possibile specializzarsi troviamo:
• Finanza
• Marketing, comunicazione e pubblicità
• Giuridico
• Ingegneria
• Turismo/Hospitality
• ONG e volontariato
• Farmaceutico
• Energie rinnovabili

Previste partenze mensili tutto l’anno! Tutti i programmi sono a pagamento, sono però previste annualmente alcune borse di studio . Oltre al corso e/o allo stage, la proposta comprende un pacchetto completo di servizi: training culturale, eventi sociali e di networking, alloggio, pick up all’aeroporto, supporto 24/7, ecc.

Per avere informazioni sui programmi e per conoscere le opportunità nel dettaglio, consulta il sito ufficiale di CRCC Asia e la sezione Prezzi e date (in inglese). Per partecipare alle selezioni è sufficiente collegarsi al sitocandidarsi online ad uno dei programmi offerti. Una volta completata l’application-form, se sarai ritenuto idoneo lo staff della Sede di Londra ti contatterà per un colloquio in lingua inglese.

Un’altra opportunità è leggere o ascoltare alcune testimonianze, consultare il Blog , la pagina Facebook  e l’account Twitter o visitare la sezione Media Coverage di CRCC Asia.

Per maggiori informazioni:
CRCC Asia Ltd

via Cà Savorgnan, 3
30172 – Venezia
tel. 0410983675
venice@crccasia.com

CRCC Asia è anche su: YouTubeWeiboLinkedIn

Winner of the Cathay Pacific China Business Awards 2010
Winner of the British Business Awards 2012

La nuova veste del Museo Casa Enzo Ferrari

18-02-2014 da Alessandro Mazzoli

Abbiamo seguito a distanza la giornata della nuova inaugurazione del Museo a Modena, nel giorno del compleanno del Drake. Dopo il nostro storify relativa alla prima inaugurazione del 2012, ecco il resoconto con le prime immagini ed i materiali dalla rete.
Aprite a tutto schermo lo slideshow :-)




Museo Casa Natale Enzo Ferrari

Museo Casa Natale Enzo Ferrari foto di @gazzettamodena

Idee per Modena Digitale, ultimo incontro

11-02-2014 da Alessandro Mazzoli

Mercoledì 12 febbraio alle ore 18 presso la Galleria Europa ultimo appuntamento con “Idee per Modena Digitale”.
Il tema dell’incontro sono le infrastrutture digitali al servizio della città e dei suoi cittadini.

Nel dettaglio si parlerà di:
° senza rete non c’è vita digitale: la città è sufficientemente connessa?
° di che rete hanno bisogno cittadini e imprese per poter accedere ai servizi, partecipare, fare business?
° le città smart city si dotano di reti intelligenti per migliorare la sicurezza, l’illuminazione, la mobilità, i consumi energetici: quale infrastruttura occorre a Modena per essere sempre di più una città sostenibile?
Sarà come sempre disponibile anche la diretta streaming. Si può seguire anche su Twitter con l’hashtag #modenadigitale e sulla pagina Fb Città di Modena

L’incontro è stato introdotto da questo video

Se non eravate all’incontro precedente, eccone il resoconto social in formato griglia [cliccatevelo per vederlo tutto :-) ]

Ci si vede on line!

Idee per Modena Digitale, si continua con i servizi on line per persone e imprese

28-01-2014 da Alessandro Mazzoli

Il 29 di Gennaio, ore 18.00 c/o Galleria Europa, Piazza Grande 17, Modena si svolge il 4° incontro del percorso verso l’agenda digitale di Modena.

Nell’ultimo incontro del 22 Gennaio si è parlato di competenze digitali e diritto di accesso alla Rete, fra digital divide ancora preoccupante e i modi per sviluppare invece talento e creatività.

il keynote di @lausartori foto di @cittadimodena

il keynote di @lausartori, foto di @cittadimodena

In attesa dell’incontro di domani, ecco il nostro abstract per immagini e tweet.



Domani ci saremo insieme ai colleghi di Informagiovanionline.it, IosonoGeco e Mediagroup98.

Il tema è interessante: SERVIZI ON LINE PER LE PERSONE E LE IMPRESE, con il keynote di Gianluca Vannuccini, esperto di innovazione e PA digitale. Ci si chiederà quali siano i servizi più importanti che la città dovrebbe poter erogare in via telematica e quali servizi dovrebbero essere accessibili anche tramite applicazioni per i telefoni e gli smart phone. Si parlerà di Open Data, come strumento di trasparenza ma anche come opportunità per la realizzazione di nuovi servizi per la città. Modera Luca Gardinale – giornalista

Ci vediamo là od in streaming e sempre con l’hashtag #modenadigitale

Idee per Modena digitale, parte seconda

16-01-2014 da Alessandro Mazzoli

Si è svolta ieri sera 15 Gennaio la seconda tappa di avvicinamento all’Agenda Digitale di Modena, #modenadigitale

Molti i temi affrontati come da programma e tanti gli intervenuti sia in sala che on line.

Locandina #ModenaDigitale

Come abbiamo fatto nella precedente occasione vi lasciamo il nostro personale racconto per parole & immagini



La prossima volta 22 gennaio 2014, ore 18.00 sempre c/o Galleria Europa, Piazza Grande 17, Modena, si parlerà di:
COMPETENZE DIGITALI E DIRITTO DI ACCESSO ALLA RETE: LA CITTÀ FRA DIGITAL DIVIDE E STIMOLO DEL TALENTO E DELLA CREATIVITÀ DIGITALE con il Keynote di Laura Sartori, sociologa dell’Università di Bologna

I temi per il dibattito:
* Il livello di competenza informatica degli italiani è fra i più bassi in Europa: cosa può fare la città per invertire questa situazione?
Quali sono le capacità informatiche che dovrebbero possedere tutti i cittadini, sia italiani sia stranieri? Come si stimolano la creatività e la produzione di contenuti di pubblica utilità?
* I social media hanno assunto un ruolo fondamentale nel sistema di informazione e comunicazione del territorio: cosa può fare la città per dialogare meglio con i suoi abitanti e stimolare la partecipazione?

Ci vediamo là!

 
WordPress SEO